Casa 13

La nostra storia

Casa del Nonno 13 affonda le sue radici nel tempo, trasuda di storia e tradizione. I luoghi che oggi ospitano il ristorante erano originariamente bottaie per l’invecchiamento e la conservazione dei vini. Durante la Seconda Guerra Mondiale, stando alle vicende tramandate per via orale, vennero utilizzati da molti abitanti di Mercato San Severino per sfuggire al reclutamento delle truppe naziste. La struttura si trova d’altronde alle pendici di un’altura, sulla quale era più facile nascondersi.

Il ristorante è il tassello finale di un mosaico che racconta la storia della famiglia Angrisani, diverse generazioni a susseguirsi che hanno consegnato nelle mani dell’avvocato Antonio Angrisani questi locali (era, appunto, la casa di suo nonno). Completamente ripensati negli anni 2000, diventano l’habitat naturale per lo sviluppo del progetto Casa del Nonno 13.

“Casa del nonno 13 è evoluzione, attenzione verso le materie prime del nostro territorio.”

01

I valori

Gusto, carattere, competenza, terra, storia, coraggio. Poche parole che tessono la tela dell’anima di Casa del Nonno 13. Partendo dalla tradizione, non si smette mai di inventare. L’unica barriera è la qualità dei prodotti, la freschezza delle materie prime.

Nel nostro menù piatti per tutti, nessuna discriminazione, poniamo attenzione verso nuove esigenze alimentari. Ricette pensate per chi predilige una tipologia di cucina come scelta di vita: tante proposte vegetariane, per intolleranti e celiaci.

02

La brigata

Accoglienza, ospitalità e disponibilità. Questi i valori legati al lavoro di una squadra, composta da professionisti formati e selezionati, che lavorano con passione e dedizione dalla preparazione dei piatti in cucina, fino alla piena soddisfazione del cliente.

Casa è famiglia e proprio come una grande famiglia, ogni componente è una pedina fondamentale per il raggiungimento del risultato finale.

brigata chef casa del nonno 13
03

Sostenibilità

Nella cucina di Casa vengono scelti solo cibi naturali, prodotti a chilometro zero dell’orto e ingredienti rigorosamente del luogo: il pomodoro San Marzano di coltivazione autonoma, la cipolla ramata di Montoro, il cipollotto dell’agro nocerino-sarnese, la selezione di carni e pastifici campani. Lontani dalle logiche della grande distribuzione, per la fornitura ci si rivolge verso piccoli produttori, che offrono esclusivamente produzioni stagionali, sane e rispettose della terra.

Il mangiar bene è sinonimo di mangiar sano: tutto viene preparato in casa, dal pane di farine biologiche alla pasta fresca tirata a mano, dalla pasticceria ai rinomati piatti.